Articoli

ANALISI TRANSAZIONALE, LEZIONE2.

GENITORE.

Questo stato dell’Io viene formandosi dagli 0 ai 5 anni di vita del bambino mediante la registrazione a livello cerebrale dei comportamenti e delle parole dei genitori, o comunque delle persone più significative che accudiscono il bambino in questo periodo della sua vita.

Gli stimoli che gli provengono dai genitori, vengono registrati in diretta e comprendono le norme, le regole, i rimproveri, le proibizioni, i segnali di pericolo, gli eventuali conflitti esistenti tra padre e madre, ma anche le cure, l’affetto, le carezze .
ANALISI TRANSAZIONALE
Questi insiemi di dati , buoni o cattivi, coerenti o incoerenti che siano, vengono registrati come VERITA’, in quanto provengono da esseri che il bambino, totalmente dipendente, considera onnipotente  e onniscienti.

Il padre e la madre vengono interiorizzati nel G, sotto forma di registrazioni di ciò  che il bambino li osserva dire e fare
RUOLI GENITORIALI E LORO INTROIEZIONE 

•I ruoli esercitati dai genitori nei confronti del bambino sono essenzialmente 2:•1. RUOLO PROTETTIVO: la prima funzione  dei genitori è quella di accudire i figli finche non abbiamo raggiunto un sufficiente livello di autonomia.•2. RUOLO NORMATIVO: è compito dei genitori educare i figli, insegnare loro quell’insieme di norme  e di regole che presiedono alla vita sociale.

RUOLI GENITORIALI E LORO INTROIEZIONE

•Entrambi questi ruoli possono essere esercitati in modo adeguato oppure no ; così ad es. il Ruolo Protettivo può degenerare in comportamenti IPERPROTETTIVI finalizzati non più al raggiungimento dell’autonomia, ma al mantenimento  del figlio nell’originario stato di dipendenza. •A sua volta, il Ruolo Normativo, può trasformarsi in uno schema rigido, punitivo, che mortifica ogni espressione  libera, creativa e spontanea del bambino e che lo fa sentire “ CATTIVO “, “ INACCETTABILE “, meritevole solo di punizioni. Entrambi questi aspetti ( positivo e negativo ) dei due ruoli vengono registrati nello stato dell’IO Genitore e determinano una differenziazione  al suo interno.

CARATTERISTICHE  del GENITORE

FISICHE.
Fronte accigliata, labbra increspate, indice puntato, lo scuotere del capo, lo sguardo inorridito, il pestare i piedi, le mani sui fianchi, le braccia incrociate sul petto, sospirare.

VERBALI.
Sono deciso a mettere fine a questo stato di cose una volta per tutte;
Quant’è vero Iddio…….
Ricordati sempre……….
Quante volte te l’ho detto ?
Se io fossi in te………………

IL GENITORE in SINTESI


stefano staderoli